Scan2BIM per gli Edifici Esistenti

La città di Ascoli Piceno si è aggiudicata un contributo di 75 milioni di euro, da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per un innovativo progetto di rigenerazione urbana della città.

Alesi Design si è occupata del BIM Management e del BIM Coordination.

Il progetto, che fa parte del PROGRAMMA INNOVATIVO NAZIONALE PER LA QUALITA’ DELL’ABITARE, coinvolge la comunità e tutti gli attori del territorio in un originale modello di sviluppo e una nuova visione della città.

La Strategia porterà cambiamenti a tutte le variabili urbane, culturali, sociali ed economiche per ridefinire il volto della città e il modo di viverla da parte di cittadini, imprese e visitatori.

Il progetto prevede di riattivare e rigenerare il tessuto urbano della parte medievale e rinascimentale della città attraverso il restauro di edifici antichi, la creazione di aree verdi e spazi urbani e il miglioramento dell’accessibilità urbana attraverso una mobilità sostenibile.

Agendo su edifici esistenti una parte importante delle attività di progettazione è stata dedicata al cosiddetto Scan2BIM.

Con Scan2BIM si intende un processo di reverse engineering che ha come obiettivo quello di ricostruire la complessità di un edificio o di un’infrastruttura. La complessità degli edifici può aumentare considerevolmente nel caso di edifici antichi dove le stratificazioni storiche non sono immediatamente identificabili su base funzionale, tipologica o strutturale.

Questo tipo di attività richiede un’ottima conoscenza dei software di BIM authoring e una grande abilità nella gestione della “nuvola di punti”, generata dalle attività di rilievo laser scanner. E’ stato di grande aiuto l’utilizzo della piattaforma Cintoo Cloud, già utilizzata da Alesi Design in altri progetti, per la gestione della nuvola punti in cloud e per la verifica di corrispondenza fra il modello e la nuvola di punti.

Cliente: Comune di Ascoli Piceno

BIM Manager: Umberto Alesi

BIM Coordinator: Alessia Pilota

Comments are closed